Mozione sulla Profilglass di Fano

IL CONSIGLIO REGIONALE
VISTO che la situazione della zona industriale di Bellocchi di Fano risulta gravemente compromessa sia sotto l'aspetto sanitario (sono morti alcuni animali domestici, si è intasato il depuratore, ecc.) che sotto l' aspetto ambientale, infatti in tale zona vi è una alta concentrazione di industrie insalubri di 1^classe, ai sensi del TULS, e impianti di lavorazione di vetro resina, di carpenteria pesanti, industrie metalmeccaniche, lavorazione dell'alluminio che emettono sostanze pericolose per l'ambiente e per la salute dei cittadini che vivono a ridosso della zona industriale;
VISTO che la popolazione si è costituita in comitato per difendere mobilitata per difendere la propria salute e tutelare tutto l'ambiente circostante denunciando le situazioni di disagio e di pericolo;
VISTO che il Sindaco di Fano ha dimostrato immediatamente attenzione e sensibilità ai problemi sollevati dalla popolazione con dichiarazioni pubbliche attraverso i mezzi di comunicazione (stampa e tv) nelle quali ha affermato che la salute e il benessere dei cittadini viene prima di altra cosa;
VISTO che la ditta PROFILGLASS di Fano ha chiesto alla Regione l'autorizzazione per la realizzazione di un nuovo impianto di fusione dell'alluminio, affiancando pertanto all'attività esistente quella di nuova fonderia;
CONSIDERATO che la Regione, prima di dare un'autorizzazione, dovrebbe considerare non solo la qualità e la quantità delle emissioni di una singola ditta ma dovrebbe tener conto anche del contesto ove dovrebbe operare la nuova ditta e che certamente la PROFILGLAS è solo industria più in evidenza perché si tratta di un nuovo insediamento, ma gli elementi di preoccupazione sorgono anche a causa di una situazione già deteriorata dalle attività esistenti;
CONSIDERATO che il Comune di Fano si appresta a rilasciare nuove autorizzazioni industriali e che la zona industriale in base al P.R.G. verrà estesa di altri ettari 3,5 o 35;
CONSIDERATO che a poca distanza esistono anche aziende agricole biologiche specializzate nell'orticoltura e pertanto ad elevata redditività e occupazione e che per tale aziende il Regolamento Comunitario prevede il divieto di esercizio dell'attività a ridosso di attività inquinanti;
IMPEGNA LA GIUNTA REGIONALE A:
1) far eseguire alle autorità competenti (Regione, Comune, Arpam, ecc) entro e non oltre 3 mesi il monitoraggio generale di tutta la zona industriale di Bellocchi di Fano;
2) sospendere temporaneamente gli adempimenti relativi all'autorizzazione alla ditta PROFILGLASS ed eventuali altre attività insalubri fino alla suddetta verifica dei parametri ambientali e all'accertamento della compatibilità ambientale;
3) procedere ad una verifica amministrativa delle aziende che operano nella zona industriale di Bellocchi di Fano che possono, attraverso la lavorazione dei prodotti, emettere sostanze pericolose per l'ambiente e la salute umana; 4) comunicare le decisioni del Consiglio regionale al Sindaco del Comune di Fano affinché a sua volta sospenda momentaneamente tutte le autorizzazioni sia urbanistiche che i pareri igienico-sanitari alle nuove industrie, in attesa delle risultanze del monitoraggio.

[Alimentazione Naturale ] [Agricoltura Biologica] [Medicina Alternativa] [Ambiente e Benessere] [Agriturismo] [Inquinamento]
[Parchi Regionali] [Il Mare] [Energia Pulita] [OGM][Comuni Transgenici] [News] [Unione Europea] [Leggi Regionali] [Fiere e Mercati]
[Convegni e Congressi] [News per le Imprese] [Verdi Regione Marche] [AgriNEWS] [Links] [HOME]