Comune di Matelica (Macerata)

La Giunta Municipale,  con delibera n. 92 ha proclamato il

Comune di Matelica antitransgenico.

La Giunta Municipale

Preso atto

che l'introduzione in agricoltura degli Organismi Geneticamente Modificati (OGM) ha sollevato notevoli dubbi e perplessità nell'opinione pubblica

- per motivi etici
- per le conseguenze sulla salute dei cittadini
- per i rischi di danni irreversibili all'ecosistema
- per l'ulteriore divario che creerebbe tra i Paesi ricchi e quelli in via di sviluppo;

Considerato

che il nuovo modello di agricoltura proposto è in netta contrapposizione con quello oggi attuato nella nostra zona fortemente legata alle tradizioni e alle caratteristiche del territorio;

Considerato altresì

che il Comune di Matelica ha tra i propri obiettivi la promozione dei prodotti tipici locali, che vantano tradizioni di qualità, genuinità e naturalezza e costituiscono un'importante fattore per l'economia di questo territorio;

Ritenuto pertanto,

alla luce di quanto sopra, prendere posizione contraria, per quanto di competenza, all'introduzione in agricoltura degli Organismi Geneticamente Modificati;

Preso atto

dei seguenti pareri espressi sulla proposta di deliberazione, ai sensi dell'art.53 della Legge 142/90:

VISTO:

Si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica.

Il Responsabile del Settore Affari Istituzionali F.to Nicola Boarelli

 VISTO:

Si esprime parere favorevole in ordine alla regolarita` contabile.

Il Responsabile del Settore Servizi Finanziari F.to Marco Szczepanski

Con voti unanimi e favorevoli, espressi nelle forme di legge;

D E L I B E R A

- di proclamare il Comune di Matelica "Comune Antitransgenico";
- di rendere nota tale caratteristica attraverso:
a) l'installazione di cartelli con la scritta "Città di Matelica - Comune Antitransgenico" nel rispetto delle vigenti norme di circolazione stradale;
b) l'aggiornamento del proprio sito Internet con la medesima dicitura dedicando lo spazio necessario per illustrarne le motivazioni;
- di attenersi alle disposizioni contenute nella L.R. 9/2000 sul consumo di prodotti contenuti OGM nelle mense scolastiche privilegiando acquisti presso Aziende alimentari e catene distributive, ricomprese nell'elencazione stilata da Legambiente, che si sono impegnate a non commercializzare prodotti derivati da OGM promuovendo la divulgazione di tale lista nel proprio sito Internet e nei comunicati di cui al successivo punto 4);
- di informare attraverso incontri ed opuscoli informativi i produttori presenti sul territorio, i rivenditori ed i cittadini sui rischi di utilizzo e consumo di prodotti geneticamente modificati;
- promuovere ogni iniziativa utile ad una sana educazione alimentare legata al consumo di prodotti di qualità anche attraverso la collaborazione con associazioni locali (Pro Loco ecc.) affinché nelle manifestazioni dalle stesse organizzate vengano favoriti i prodotti tipici locali e divulgati efficaci messaggi contro prodotti geneticamente modificati.


[Alimentazione Naturale ] [Agricoltura Biologica] [Medicina Alternativa] [Ambiente e Benessere] [Agriturismo] [Inquinamento]
[Parchi Regionali] [Il Mare] [Energia Pulita] [OGM][Comuni Transgenici] [News] [Unione Europea] [Leggi Regionali] [Fiere e Mercati]
[Convegni e Congressi] [News per le Imprese] [Verdi Regione Marche] [AgriNEWS] [Links] [HOME]