Presentata da Marco Moruzzi interrogazione su Energia Eolica

NEWS
Gruppo Verdi Consiglio Regionale delle Marche

Il Presidente del Gruppo Consiliare Verdi Marco Moruzzi, ha presentato una interrogazione al Presidente della Giunta Regionale sulla diffusione della produzione di energia elettrica di origine eolica nella Marche. La produzione di energia elettrica di fonte eolica ha ormai raggiunto degli ottimi livelli di competitività, e nell'Unione Europea ha trovato un grande sviluppo, in Danimarca dove ormai concorre per oltre un decimo della produzione nazionale. Anche in Italia il monopolio ENEL per la produzione di energia elettrica sta gradualmente allentandosi e grazie a nuove iniziative imprenditoriali private si aprono nuove possibilità per chi vuole produrre elettricità senza usare petrolio. In questa direzione la produzione di energia eolica costituirebbe una nuova opportunità per le zone montane appenniniche, caratterizzate dalla presenza dei venti, in misura maggiore che in altre aree, grazie anche alla rarefazione degli insediamenti incompatibili con le eventuali centrali eoliche. Progetti fondati sulla energia non rinnovabile, a forte impatto ambientale come la Centrale dell'API di Falconara e la Turbogas di Jesi, sono state giustificate in passato con la necessità di incrementare la produzione di energia elettrica nelle Marche, da questo il capogruppo dei Verdi Marco Moruzzi, trae spunto per evidenziare come sia ingiustificabile la situazione di stallo che si è creata sui progetti eolici da tempo presentati, per le autorizzazioni regionali. In alcuni Comuni dell'Appennino, da più di un anno, sono stati presentati dei progetti di produzione di energia eolica, alcuni di questi progetti sono fermi per la mancanza di una autorizzazione regionale, che purtroppo non è stata rilasciata, ma nemmeno negata motivatamente, come invece previsto dalle norme sui tempi massimi dei procedimenti amministrativi. L'eolico può essere una fonte non residuale nel panorama energetico regionale, nel giro di tempi brevi può concorrere fino al 10% dei consumi regionali, tenendo conto delle sole realizzazioni fino ad oggi progettate dai produttori privati; i Verdi chiedono alla Giunta di agire subito per favorire la diffusione di energie pulite evitando così una politica del doppio binario che da una parte distribuisce finanziamenti per le energie rinnovabili con il bando uscito nel mese di ottobre (2.170milioni per le energie rinnovabili eolica inclusa), e dall'altra si ritardano progetti che non ci chiedono risorse economiche regionali, ma solo autorizzazioni amministrative.

[Alimentazione Naturale ] [Agricoltura Biologica] [Medicina Alternativa] [Ambiente e Benessere] [Agriturismo] [Inquinamento]
[Parchi Regionali] [Il Mare] [Energia Pulita] [OGM][Comuni Transgenici] [News] [Unione Europea] [Leggi Regionali] [Fiere e Mercati]
[Convegni e Congressi] [News per le Imprese] [Verdi Regione Marche] [AgriNEWS] [Links] [HOME]