Proposta di risoluzione dei Verdi
per il personale infermieristico

NEWS

Federazione
Nazionale
dei VERDI

PROPOSTA DI RISOLUZIONE
Il Consiglio Regionale delle Marche premesso che
- la professione infermieristica svolge un ruolo fondamentale per garantire alla popolazione un'elevata qualità delle prestazioni sanitarie;
- gli attuali livelli salariali sono fortemente inadeguati rispetto alla responsabilità e all'impegno che vengono richiesti alla professione infermieristica;
considerato che
- in molte ASL marchigiane, per la carenza di infermieri professionali, si sono effettuati accorpamenti di reparti e diminuzioni di posti letto per consentire lo svolgimento delle ferie estive;
- le ASL fanno un eccessivo ricorso ad assunzioni a tempo determinato di personale infermieristico, peraltro di difficile reperimento e con un turn over elevato, che è causa di grande difficoltà nella gestione dell'attività infermieristica nei reparti e nei servizi;
- nel concorso regionale sono in graduatoria 2921 infiermieri professionali, dei quali solo 444 sono stati attualmente assunti;
- nella Regione Marche ci sono tutti i presupposti per evitare l'utilizzo di personale infermieristico che dispone di una formazione qualitativamente inferiore a quella messa a disposizione dalle strutture nazionali;
ritenuto che
- è necessario ed urgentissimo attuare una programmazione che sia in grado di elevare il livello qualitativo e professionale dell'assistenza infermieristica, anche in riferimento al superamento del mansionario;
IMPEGNA LA GIUNTA REGIONALE
1. a dare precise indicazioni ai Direttori Generali affinchè operino tutte le assunzioni di personale infermieristico necessarie per l'ottimale funzionamento dei servizi e dei reparti, evitando al massimo l'utilizzo di personale assunto a tempo determinato;
2. ad utilizzare le risorse che la Regione Marche destina alla formazione per incentivare gli studenti che decidono di intraprendere il Diploma Universitario per infermiere professionale;
3. ad ampliare l'offerta di formazione infermieristica attualmente prevista prevedendo l'allargamento delle sedi di tirocinio e l'eventuale distribuzione sul territorio dei corsi di laurea;
4. a perseguire l'obiettivo del pieno riconoscimento della professione infermieristica, promuovendo le necessarie modifiche dell'organizzazione del lavoro, investendo in modo importante ed efficace sulla formazione continua del personale infermiristico.
5. ad accompagnare questo processo di trasformazione con la previsione di risorse vincolate al raggiungimento di questo obiettivo;
6. a disporre che lo sviluppo della qualità dell'assistenza infermieristica sia uno dei criteri di valutazione dei Direttori Generali da parte dell'Assessorato;
7.a prevedere un maggiore coinvolgimento dagli OTA (operatori Tecnico Assistenziali) a sostegno degli infermieri. invio di articolo da inserire


[Alimentazione Naturale ] [Agricoltura Biologica] [Medicina Alternativa] [Ambiente e Benessere] [Agriturismo] [Inquinamento]
[Parchi Regionali] [Il Mare] [Energia Pulita] [OGM][Comuni Transgenici] [News] [Unione Europea] [Leggi Regionali] [Fiere e Mercati]
[Convegni e Congressi] [News per le Imprese] [Verdi Regione Marche] [AgriNEWS] [Links] [HOME]