Oggetto: interrogazione a risposta scritta su

"Distributore IP (ex AGIP) di Viale Miliani del comune di Fabriano


23/11/2004


Considerato

Che il distributore IP (ex AGIP) di Viale Miliani, sito nel Comune di Fabriano, risulta tra le strutture non conformi alle disposizioni della L.R. n. 15 del 24.7.02 come rilevato dalla stessa amministrazione comunale di Fabriano.

Che con lettera del 6.4.04 i cittadini fabrianesi residenti nella zona della chiesa di San Giuseppe Lavoratore hanno segnalato che, contrariamente a quanto dichiarato per iscritto dalla Adriatica Petroli, proprietaria dell'impianto alla data del 20.12.04, (data ultima per la messa in regola del distributore alle disposizioni dell'art. 10 della L.R. 15 del 24.7.2002), l'impianto non è stato messo a norma.

Che il distributore su tre lati è circondato da vie stradali ad alta intensità di traffico e che, sia la localizzazione, che la ristretta superficie mal si adattano alla permanenza dello stesso nel centro abitato.

Che i cittadini chiedono da tempo un trasferimento in altra sede di questo vecchio impianto a favore della creazione di uno spazio pubblico che si troverebbe proprio di fronte alla chiesa del quartiere.


Che permanendo il distributore nell'attuale sede si conservano inalterati i pericoli per i cittadini, pericoli documentati dai numerosi incidenti che si verificano nella zona interessata.

Che recentemente sono state eseguite delle opere di rimozione dei marciapiedi, sostituendoli con cordoli in calcestruzzo nel perimetro del distributore, con lo scopo di concentrare l'entrata e l'uscita delle auto in alcuni punti, ma che anche dopo questi lavori (per altro eseguiti oltre i termini previsti dalla legge), non sono comunque rispettate le distanze previste dal regolamento di esecuzione e attrazione del nuovo codice della strada DPR 16.12.1992 n. 495.


Ciò premesso


Il sottoscritto Marco Moruzzi consigliere regionale gruppo Verdi
Interroga
il Presidente della Giunta Regionale
per conoscere

1. Se a seguito del mancato rispetto dai tempi previsti per la messa a norma del distributore di Viale Miliani, l'amministrazione comunale ha contestato la regolarità dei lavori.

2. Se l'autorizzazione a causa del mancato rispetto delle disposizioni di legge regionale può essere considerata decaduta.

3. Se l'impianto è conforme all'art. 28 (fasce di rispetto per l'edificazione del Codice della Strada) del DPR 495/92

4. Se e come la Regione intende intervenire per evitare che questo impianto vecchio ed obsoleto anziché essere ristrutturato ed ampliato, come nei progetti dei gestori, venga invece delocalizzato con evidente vantaggio per tutta la popolazione residente sia dal punto di vista della sicurezza che dal punto di vista della funzionalità dell'abitato e della antistante chiesa di S. Giuseppe Lavoratore.


Marco Moruzzi





[Alimentazione Naturale ] [Agricoltura Biologica] [Medicina Alternativa] [Ambiente e Benessere] [Agriturismo] [Inquinamento]
[Parchi Regionali] [Il Mare] [Energia Pulita] [OGM][Comuni Transgenici] [News] [Unione Europea] [Leggi Regionali]
[Fiere e Mercati]
[Convegni e Congressi] [News per le Imprese] [Verdi Regione Marche] [AgriNEWS] [Links] [HOME]