MIKHAIL GORBACIOV
Presidente di Green Cross International presenta

LA CARTA DELLA TERRA

Lunedì 2 luglio 2001 Urbino ospita, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, un grande evento internazionale: la presentazione della Carta della Terra, documento elaborato a livello mondiale sullo sviluppo sostenibile e la conservazione dell’ambiente.Sarà Mikhail Gorbaciov, premio Nobel per la Pace, Presidente di Green Cross International, co-chairman della Earth Commission, a presentare i contenuti dell’importante documento ed illustrare la filosofia che ne sostiene il progetto. In occasione della cerimonia di presentazione della Carta della Terra giungeranno ad Urbino numerose personalità italiane ed internazionali, tra cui Rita Levi-Montalcini, Nobel per la Medicina e Presidente Onorario di Green Cross Italia, Steven Rockefeller, dell'omonima Fondazione Internazionale, Padre Massimiliano Mizzi, Delegato Generale per il Dialogo Interreligioso dell'Opera Frati Minori Conventuali di Assisi, il Metropolita Pitirim del Patriarcato di Mosca oltre a vari membri del Comitato d'Onore di Green Cross International tra cui figurano personalità come Shimon Peres, Evgeni Velikov, Arba Diallo, Thor Heyerdhal, Ted Turner, Robert Redford.

PERCHE’ LA CARTA DELLA TERRA A URBINO La scelta di Urbino come sede per questa prestigiosa manifestazione non è stata casuale.  Urbino è infatti ritenuta un simbolo dell’equilibrio fra arte, cultura, ambiente e attività moderne.  Nel 1998 l’UNESCO ha dichiarato l’intero Centro Storico urbinate “Patrimonio Mondiale dell’Umanità” e all’inizio del 2001 la città ha aderito sia al Progetto Agenda 21 sia alla “Carta delle Città europee per uno sviluppo durevole e sostenibile” elaborata ad Aalborg, in Danimarca.Urbino, con i Comuni di Cagli, Fermignano, Fossombrone, Piobbico, Sassocorvaro, Urbania, la Provincia di Pesaro-Urbino, la Regione Marche, la Camera di Commercio, l’Associazione Industriali della provincia, l’Università degli Studi di Urbino e la Fondazione della Cassa di Risparmio di Pesaro, ha costituito un’area pilota di ricerca e sperimentazione per mettere a sistema Ambiente, Beni Culturali e Tipicità.Lo strumento di concertazione politica e istituzionale è l’Accordo di Programma, preceduto da un Protocollo di Intesa sottoscritto a Urbino il 31 ottobre 2000 dalle massime autorità del territorio alla presenza del Ministro dei Beni e Attività Culturali Onorevole Giovanna Melandri.Urbino propone il tema dell’identità quale valore per la costruzione di un sistema produttivo fondato sulla qualità della vita nel territorio.All’esperienza di Urbino hanno già aderito la Commissio-ne Nazionale Italiana UNESCO ed oltre 50 città e siti nel mondo dichiarati Patrimonio dell’Umanità dal-l’UNESCO .Il nuovo orientamento delle strategie e delle azioni di Urbino porta alla consapevolezza che dalla conservazio-ne del Patrimonio e dell’Ambiente si debba, con urgenza, passare alla sua valorizzazione e promozione.Urbino prevede un nucleo operativo permanente, il Laboratorio Territoriale, il quale collaborerà con il Network di Green Cross International sui temi di sviluppo sostenibile locale e la promozione di linee guida per un dialogo mondiale sui valori e le etiche globali condivise.Questi argomenti interessano in modo sostanziale la cultura del territorio e favoriscono tra i giovani la nascita di nuovi modelli per il futuro, nell’ottica di un Nuovo Rinascimento.Dalla giornata del  2 luglio 2001 scaturirà la Dichiarazione di Urbino a sostegno dei principi fondamentali della Carta della Terra, che sarà sottoscritta dai rappresentanti di un vasto arco di istituzioni politiche, sociali e culturali.   Ora dunque, il nome di questa “piccola-grande” località del nord delle Marche, famosa per il ruolo culturale svolto nel Rinascimento, diviene anche un punto di riferimento per i temi della salvaguardia del patrimonio ambientale, all’inizio del Terzo Millennio.   L'evento - promosso da Green Cross International, dalla Fondazione Internazionale per la Sopravvivenza e lo Sviluppo dell'Umanità e dalla Città di Urbino - si realizza, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e grazie all'impegno congiunto fra Comune di Urbino, Provincia di Pesaro-Urbino, Regione Marche e Consiglio Regionale delle Marche che agiscono in collaborazione con la Lega Nazionale delle Autonomie Locali, con il Congresso dei Poteri Locali e Regionali d’Europa (organismo permanente del Consiglio d’Europa) altre istituzioni nazionali e internazionali tra cui UNESCO.

LA CARTA DELLA TERRA Negli ultimi decenni è divenuta forte l'esigenza di affiancare alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo un testo tendente a codificare nuovi principi capaci di regolare i temi dello sviluppo sostenibile e di riconciliare uomo e natura.Nel corso degli anni Ottanta si è lavorato alla definizione di principi e dichiarazioni che tenessero conto delle due istanze: sviluppo e conservazione ambientale. Da quell’impegno intellettuale sono nate la Dichiarazione dei Diritti delle Generazioni Future, elaborata da Jacques-Yves Cousteau; la Carta dei Diritti e dei Doveri, redatta da vari scienziati; la Dichiarazione sulla Responsabilità Umana del Club di Roma; il Progetto per un'Etica Globale dell'UNESCO.   Molti altri documenti hanno poi segnato la fine del secolo XX, con l'intento di contribuire a definire principi etici che potessero essere di riferimento per la comunità mondiale. Negli anni Novanta nasce l’idea della Carta della Terra, frutto di ponderatezza ed originalità.Nel 1992 nel corso dell'Earth Summit, il vertice delle Nazioni Unite di Rio de Janeiro su “Ambiente e Sviluppo”, si arriva alla stesura di un documento di intenti.    Nel 1994 Maurice Strong e Mikhail Gorbaciov, con il sostegno del Governo olandese, lanciano l'iniziativa della Carta della Terra.Prende così avvio una fase di scrittura, consultazione, ve-rifica, incontri che permettono il dialogo tra i rappresen-tanti delle tante comunità.  Il ruolo di Gorbaciov è fin dal primo momento fondamentale, sia come propulsore sia come suggeritore diretto, anche attraverso il ruolo dell’or-ganizzazione che presiede, Green Cross International.La Carta dedica particolare attenzione al rispetto delle comunità viventi, all’integrità ambientale, alla giustizia so-ciale ed economica, alla democrazia, alla pace nel mondo e considera fondamentale il ruolo che le attività economi-che ecologicamente compatibili possono sviluppare per favorire il benessere delle popolazioni. Dopo tre anni di intense consultazioni internazionali, la versione definitiva della Carta della Terra, è stata approvata nel quartier generale dell’UNESCO a Parigi, nel marzo 2000, e successivamente presentata a L’Aja nel giugno 2000 alla presenza della Regina Beatrice d'Olanda.L’iniziativa di Urbino fa parte un programma internazionale che vede già in calendario un importante appuntamento nella Repubblica del Tatarstan e successivamente nella capitale del Sudafrica, Johannesburg, in occasione dell’incontro “RIO + 10”, che proseguirà fino alla presentazione del documento alle Nazioni Unite.

FONDAZIONE INTERNAZIONALE PER LA SOPRAVVIVENZA E LO SVILUPPO DELL’UMANITÀ Nel febbraio del 1987 il Segretario Generale del PCUS, Mikhail S. Gorbaciov, insieme all'Accademico Andrej Sakarov, al Metropolita Pitirim e ad altre personalità russe della politica, della scienza e della cultura promuove a Mosca il Forum Internazionale “per un mondo senza armi nucleari per la sopravvivenza dell’umanità”. Quell’importante evento, a cui partecipano oltre mille grandi personalità provenienti da tutto il mondo, sancisce l'avvio di cambiamenti epocali nei rapporti fra l'Unione Sovietica e l'Occidente, determinando l’apertura di una nuova era politica. Nel 1989 Gorbaciov viene eletto Presidente dell'URSS e nello stesso anno s’incontra a Malta con il Presidente USA George Bush per dare inizio allo smantellamento degli arsenali nucleari.Il Forum delibera la costituzione della Fondazione Internazionale per la Sopravvivenza e lo Sviluppo dell'Umanità. La Fondazione ha sede a Mosca. Il Presidente della Fondazione. Il Presidente della Fondazione è l’Accademico Evgheni Velikhov, Direttore dell’Istituto di Ricerca Nucleare “Kurchatov” nonché Vice Presidente della Accademia delle Scienze della Russia. Il Presidente del Consiglio dei Garanti è il Metropolita Pitirim. La Fondazione è impegnata, su larga scala, nella promozione di due principali progetti di alto profilo: la Cultura del Mondo e la Carta della Terra.

Indirizzi utili 
http://www.urbinoinrete.it/
http://www.greencrossitalia.it/
http://www.earthcharter.org/
http://www.gci.ch/
http://www.uniurb.it

Segreteria organizzativa
Comune di UrbinoVia Puccinotti 3 - 61029 Urbino PUTelefono 39 + 0722309202 Fax 39 + 0722309204 e-mail eamadori@comune.urbino.ps.it
Green Cross Italia
Via Flaminia, 53 - 00196 Roma RMTelefono 39 +0636004300 Fax   39+0636081827 e-mail  gcinfo@greencrossitalia.it 
Fondazione Internazionale per la Sopravvivenza e lo Sviluppo dell’UmanitàDenezhny per 9/5 -121002 MoscaTelefono 7+0952418255 Fax 7+ 0952302606 e-mail gcinfo@space.ru 
Con il Patrocinio di:

Sig. Presidente della Repubblica Italiana  Carlo Azelio Ciampi
Ministero Italiano dell'AmbienteCommissione Nazionale Italiana UNESCO - Croce Rossa ItalianaA.N.P.A. - Agenzia nazionale di Protezione dell'Ambiente

Hanno già aderito: Personalità
Rita Levi Montalcini  - Nobel, Presidente Onorario Green Cross Italia
Massimo Galuzzi - Sindaco di Urbino
Oriano Giovanelli - Sindaco di Pesaro, Presidente Nazionale Lega Autonomie Locali
Palmiro Ucchielli - Presidente Provincia Pesaro-Urbino, Presidente UPI Marche
Forte Clò - Vicepresidente Nazionale UPI
Luigi Minardi  - Presidente Consiglio Regionale Marche
Vito D’Ambrosio - Presidente Regione Marche
Aldo Amati - Segretario Generale A.I.C.C.R.E. Marche
Silvana Amati - Coordinatrice Nazionale Presidenti Commissione Statuto Regioni e Vicepresidente Nazionale Coordinamento Enti Locali per la Pace
Libert Cutrecasas - Presidente del Congresso dei poteri regionali e locali d’Europa ( Consiglio d’Europa )
Mons.Angelo Comastri - Arcivescovo della Delegazione Pontificia di Loreto
Mons. Franco Festorazzi - Arcivescovo di Ancona, Presidente Conferenza Episcopale Marche
Padre Massimiliano Mizzi  - Delegato Generale per L'Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso, Direttore del Centro Francescano Internazionale per il Dialogo (CEFID ) dell'OFM Conv.
Mons. Vincenzo Paglia - Vescovo di Terni, Presidente della Comunità di Sant’Egidio
Metropolita Pitirim  - Patriarcato di Mosca
Walter Ganapini  - Presidente Agenzia Nazionale per la Protezione Ambientale
Mariapia Garavaglia - Presidente Croce Rossa Italiana
Tullia Carettoni - Presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO
Massimiliano Fuksas  - Architetto, già presidente della Biennale di Architettura di Venezia
Alberto Drudi - Presidente della Camera di Commercio di Pesaro-Urbino
Francesco Merloni  - Presidente della Fondazione Aristide Merloni
Franco Foschi  - Direttore del Centro Nazionale Studi Leopardiani, Presidente Centro Mondiale della Poesia e della Cultura “Giacomo Leopardi”
Gianfranco Mariotti - Sovrintendente Rossini Opera Festival
Oliviero Toscani  - Pubblicitario
Giulio Rapetti ( Mogol ) - Autore
Giuliana Gamba - Regista cinematografico

Organizzazioni istituzionali
Comune di Urbino
Comune di Pesaro
Comunità Montana del Montefeltro
Provincia di Pesaro e Urbino
Giunta Regionale delle Marche
Consiglio Regionale delle Marche
ANCI Marche
ANCI Italia
UPI Marche
UPI Italia
A.I.C.C.R.E. Marche
A.I.C.C.R.E. Italia
Conferenza dei Presidenti dell'Assemblea dei Consigli regionali e delle Provincie Autonome d'Italia
Congresso dei Poteri Locali e Regionali d'Europa (organismo permanente del Consiglio d'Europa)
Lega Nazionale delle Autonomie Locali
Università di Urbino
Università di Ancona
Camera di Commercio di Pesaro-Urbino
Commissione Nazionale Italiana UNESCO
Croce Rossa Italiana
A.N.P.A. - Agenzia Nazionale di Protezione dell'Ambiente
Fondazione Aristide Merloni
Fondazione Levi-Montalcini
Delegazione Pontificia di Loreto
Conferenza Episcopale Marchigiana
Opera Frati Minori Conventuali Assisi

Speciale Gorbaciov nelle Marche:
- Carta della Terra (download formato .rtf)
- Dichiarazione di Urbino 
- Dare un futuro all'umanità dare un futuro alla terra  di Mikhail Gorbaciov


[Alimentazione Naturale ] [Agricoltura Biologica] [Medicina Alternativa] [Ambiente e Benessere] [Agriturismo] [Inquinamento]
[Parchi Regionali] [Il Mare] [Energia Pulita] [OGM][Comuni Transgenici] [News] [Unione Europea] [Leggi Regionali] [Fiere e Mercati]
[Convegni e Congressi] [News per le Imprese] [Verdi Regione Marche] [AgriNEWS] [Links] [HOME]