Matteoli, il ministro pro Bush e anti parchi

''La difesa del paesaggio deve essere meno ideologizzata, meno demagogica. Dobbiamo essere costruttivi''. Altero Matteoli, ministro dell'Ambiente in pectore, sintetizza cosi', in un'intervista alla STAMPA, i principi a cui dovrebbe ispirarsi la politica ambientale. E sulla riduzione, negli ultimi tempi, di diverse aree verdi protette, afferma: ''Io non sono contro i parchi. Pero' la legge 394 a mio avviso ha bisogno di modifiche: maggior coinvolgimento dei sindaci, ovvero della popolazione che vive nel territorio''. Matteoli difende la linea Bush: ''L'Europa sogna - dice - mentre Bush guarda alla realta'. Il pragmatismo americano traccia il solco per tutti. Noi crediamo che per troppo tempo l'uomo abbia dimenticato che terra, acqua, aria, che tutta la natura ereditata non fosse eterna. Adesso sappiamo che non e' cosi'. Le associazioni ambientaliste hanno il merito di aver dato voce a questa sensibilita'. Tuttavia la difesa dell'ambiente deve essere meno ideologizzata, deve tenere presente dell'esistenza dell'uomo, e dell'attivita' dell'uomo sul territorio''. Matteoli difende quindi l'esigenza delle grandi opere che, a suo giudizio, non avranno un impatto ambientale troppo forte. ''Abbiamo bisogno - sostiene – di infrastrutture per reggere la competitivita' con gli altri Paesi europei, siamo fermi alla Livorno-Rosignano: 35 chilometri costruiti 10 anni fa''. Quanto ai parchi, Matteoli dice di non essere contro. ''Ci sono - afferma - in tutto il mondo, e noi che abbiamo un territorio cosi' bello, a maggior ragione abbiamo bisogno dei parchi. Pero' la legge 394 a mio avviso ha bisogno di modifiche: maggior coinvolgimento dei sindaci, ovvero della popolazione che vive sul territorio''.
Come ha reagito Grazia Francescato all'intervista di Matteoli ?
''Certo non sorpresa, il signor Matteoli lo conosciamo gia' da prima, e' una persona che non sa niente di ambiente, uno veramente che non ha un minimo di competenze. Ho avuto modo di incontrarlo quando ero presidente del Wwf e le sue decisioni non ci stupiscono affatto. Deve solo ricordare, il signor Matteoli, che noi viviamo in Europa, e l'Europa ha una linea rispetto agli accordi di Kyoto, gli accordi internazionali esistono, vengono siglati a prescindere dai governi che si succedono nei Paesi, altrimenti uno dovrebbe cancellare tutte le trattative internazionali''
Così’ il ministro Bordon: “ Sarebbe molto grave se colui che viene indicato come mio successore avesse queste idee, poi perche' sarebbe una novita' dirompente nel contesto europeo. In Europa tutti, governi di centrosinistra ma anche di centrodestra, tra i quali ricordo quello di Aznar hanno sempre sostenuto la posizione europea di ratifica del protocollo di Kyoto e combattuto aspramente le nuove posizioni dell'amministrazione americana." Questa la reazione del Wwf: "Cogliamo l'invito di Matteoli ad affrontare le tematiche ambientaliste in modo meno ideologico, riportando il dibattito su un piano di merito togliendolo dal piano dell'opportunismo politico. E' proprio nel merito che Bush ha torto visto che, pur essendo perfettamente consapevole del dramma dei cambiamenti climatici, pensa di poter salvaguardare l'economia statunistense a scapito del mondo intero. Su Kyoto non si indebolisca l'Europa: Matteoli venga a visitare i Parchi con noi". Questo l'appello del WWF che sostiene come il coinvolgimento degli Enti Locali nella gestione dei parchi ci sia e basta pensdare al ruolo svolto dalle Comunita' del Parco, alle procedure di nomina di direttori e presidenti. "Il problema - aggiunge il WWF - caso mai e' un altro: l'esperienza di questi anni ha dimostrato come i Parchi rappresentano una concreta opportunita' di sviluppo economico e sociale mentre forse ad essere trascurato e' l'aspetto della conservazione attiva.


[Alimentazione Naturale ] [Agricoltura Biologica] [Medicina Alternativa] [Ambiente e Benessere] [Agriturismo] [Inquinamento]
[Parchi Regionali] [Il Mare] [Energia Pulita] [OGM][Comuni Transgenici] [News] [Unione Europea] [Leggi Regionali] [Fiere e Mercati]
[Convegni e Congressi] [News per le Imprese] [Verdi Regione Marche] [AgriNEWS] [Links] [HOME]