Monsano, il paese incontentabile: a tutti il pannello solare

Energia rinnovabile è il nuovo progetto lanciato dal battagliero Comune marchigiano dopo il successo dell'operazione perché in ogni famiglia entrasse un computer


Con lo slogan " Mons@no paese informatizzato" il piccolo Comune in Provincia di Ancona un anno fa ha promosso l'introduzione di un computer e di un collegamento via Internet in ogni famiglia. Da un progetto di Jacopo Fo è nata una sinergia tra l'amministrazione comunale, la cooperativa Monsano Informa, fondata dai giovani del paese per creare un gruppo d'acquisto capace di muoversi sul mercato in modo organizzato e quindi avere il meglio a prezzi inferiori, fornire servizi ai cittadini, informazioni e certificazioni on-line, consulenza e assistenza alle famiglie consumatrici. Gli acquisti realizzati in regime di consociazione sono estesi anche a prodotti biologici, carburanti ecologici, prodotti tipici locali, libri scolastici, contratti di assicurazione con compagnie etiche.
Non solo, l'Amministrazione comunale ha convertito tutto il proprio parco di mezzi pubblici a biodiesel e sta promuovendo la realizzazione di un distributore di carburanti ecologici riservato al biodiesel e al metano.
Adesso Monsano punta all'energia rinnovabile e lancia ai suoi 2800 residenti la parola d'ordine " un pannello solare in ogni tetto". Si tratta di un progetto di ampia portata che prevede l'installazione di sistemi solari in tutto il territorio comunale. In particolare l'obiettivo è quello di introdurre impianti solari termici per soddisfare le esigenze domestiche di acqua calda.
Attualmente gran parte dell'energia prodotta e utilizzata da ciascun individuo deriva dall'energia fossile, in particolare petrolio, carbone, metano che sono risorse esauribili. L'uso delle energie non rinnovabili comporta un notevole impatto ambientale sull'ecosistema terra; l'effetto serra è una delle conseguenze più deleterie causata dall'uso di combustibili fossili. L'inquinamento dell'aria derivante da ossidi di azoto, piombo, benzene, ha raggiunto nelle città italiane livelli insostenibili tanto che la Commissione europea ha avviato due procedure d'infrazione cui deve rispondere l'Italia per il mancato rispetto delle norme sulla qualità dell'aria. Eppure, nonostante il sole regali in particolare all'Italia grazie alla favorevole posizione geografica la propria abbonante energia ecologica, lo sfruttamento di questa preziosa risorsa è ancora irrisorio.
L'impiego di collettori solari consente di realizzare un risparmio d'energia proveniente da fonti non rinnovabili che risulta essere molto consistente in estate ed apprezzabile in inverno. Per la provincia di Ancona e per le Marche i dati sul potenziale dell'energia solare vanno da 5,5 MJ per metro quadrato il giorno in gennaio a 23,5 MJ in luglio. Numeri più che interessanti che rendono l'applicazione del solare termico competitiva e hanno indotto la Provincia di Ancona e l'Agenzia per il Risparmio Energetico a farsi promotori del Progetto insieme al Comune di Monsano e la Cooperativa Monsano Informa. Grazie alle nuove tecnologie si può sfruttare l'energia solare per produrre energia elettrica per mezzo di pannelli solari fotovoltaici e per produrre acqua calda installando dei pannelli solari termici. I pannelli fotovoltaici e quelli termici sono diversi. I primi sono lastre di silicio, opportunamente trattate, che generano energia elettrica quando esposte alla luce. I pannelli termici sono delle serpentine di tubi esposte all'irraggiamento solare che riscaldano l'acqua che vi scorre dentro. Il progetto prevede una fase preliminare di studio di fattibilità e di sensibilizzazione della popolazione poi si procederà con stage per l'aggiornamento di installatori e tecnici e infine alla raccolta di adesioni delle famiglie interessate all'acquisto collettivo dei sistemi solari. I risultati raggiunti con l'installazione dei pannelli solari in termini di adesioni delle famiglie, della riduzione dei gas serra, di impatto sull'occupazione, di valutazione delle validità ecologiche saranno resi pubblici e condivisi con gli enti locali perché dell'esperienza di Monsano ne possano usufruire anche altri soggetti pubblici e privati.

Da "Il Salvagente" - del 23.30 maggio 2002 - n° 22


SCARICA IL DOCUMENTO IN FORMATO MICROSOFT WORD



[Alimentazione Naturale ] [Agricoltura Biologica] [Medicina Alternativa] [Ambiente e Benessere] [Agriturismo] [Inquinamento]
[Parchi Regionali] [Il Mare] [Energia Pulita] [OGM][Comuni Transgenici] [News] [Unione Europea] [Leggi Regionali]
[Fiere e Mercati]
[Convegni e Congressi] [News per le Imprese] [Verdi Regione Marche] [AgriNEWS] [Links] [HOME]