Cos'è un Organismo Geneticamente Modificato (OGM)

L' ingegneria genetica è una tecnica di laboratorio usata dagli scienziati per cambiare il DNA degli organismi viventi.

Il DNA è il modello per l'individualità d'un organismo. L' organismo conta sulle informazioni memorizzate nel relativo DNA per la gestione di ogni processo biochimico. La durata, lo sviluppo e le caratteristiche uniche dell' organismo dipendono dal relativo DNA. I segmenti di DNA che sono stati associati con le caratteristiche o le funzioni specifiche d'un organismo sono chiamati geni.

Fin da quando sono esistiti agricoltura e allevamento, l'uomo ha cercato di intervenire sugli animali e sulle piante al fine di accentuarne i tratti per lui più desiderabili attraverso la tecnica della selezione mediante incrocio, che ha dato origine a tutta l'immensa varietà di piante ed animali domestici che conosciamo. Per quanto usata dagli uomini per i loro scopi, essa fa uso di mezzi del tutto naturali (la riproduzione sessuale) e ricalca, rendendolo più rapido e controllabile, le modalità del processo di costituzione delle specie che ha luogo da sempre in natura.

Oggi, per la prima volta nella storia della vita, esiste la possibilità di intervenire sugli organismi viventi non più attraverso il naturale processo riproduttivo, ma alterandone l'identità genetica in laboratorio (OGM). Questo rende possibile creare esseri viventi con caratteristiche stabilite arbitrariamente, e superare la barriera tra le specie con la produzione di chimere, esseri che fondono i caratteri di due o più specie diverse: la manipolazione genetica permette di inserire in un organismo geni provenienti da qualsiasi altro organismo (animale, vegetale o umano).

Per mantenere inalterate le caratteristiche di questi organismi sintetici in modo da permetterne la produzione industriale è necessario che la loro riproduzione non sia più affidata alla casualità dell'incrocio ma venga effettuata in modo da replicare esattamente il corredo genetico ottenuto artificialmente, servendosi quindi della clonazione, che permette di ottenere infiniti gemelli identici ad un esemplare dato. Negli Stati Uniti e in Giappone tutti gli organismi, i geni e le parti del corpo (anche umano) ottenuti, o anche semplicemente riprodotti, attraverso l'ingegneria genetica sono brevettabili, vale a dire sfruttabili in esclusiva da una singola industria. La direttiva sui brevetti ha modificato in questo senso anche la legislazione dell'Unione Europea.

E' importante ricordare infine che nessuno degli OGM oggi disponibile sul mercato alimentare è stato mai sottoposto a test rigorosi; l’esperienza scientifica nel campo della tossicologia dimostra del resto che anche la sperimentazione più seria può non essere efficace nel rivelare la presenza di sostanze nocive che non ci si aspetta di trovare. Esiste perciò una seria probabilità che sostanze nocive siano presenti nei cibi geneticamente modificati all'insaputa dei consumatori.


[Alimentazione Naturale ] [Agricoltura Biologica] [Medicina Alternativa] [Ambiente e Benessere] [Agriturismo] [Inquinamento]
[Parchi Regionali] [Il Mare] [Energia Pulita] [OGM][Comuni Transgenici] [News] [Unione Europea] [Leggi Regionali] [Fiere e Mercati]
[Convegni e Congressi] [News per le Imprese] [Verdi Regione Marche] [AgriNEWS] [Links] [HOME]